sail yacht charter Micamale

la barca home programma foto costi info voli contact links

                      la barca
FIRST 47, 15.00 m.
Progetto: German Frers
Cantiere di costruzione: "Beneteau"
Armata a sloop
Superficie velica 120 mq.
Acqua dolce 1000 L
Nafta 250 L
4 pannelli solari da 75 watts + 1 da 55 watts
2 generatori eolici
Impianto stereo CD, DVD player
VHF - SSB
due GPS, un Plotter, tre ecoscqndqgli
Ricezione cartine meteo fax
4 cabine doppie (2 matrimoniali
e 2 con ognuna 2 cuccette singole sovrapposte)
3 bagni con doccia
Ampia dinette
Tavolo esterno
Tendalino e bimini
Ampi spazi in coperta
Attrezzatura completa per
la pesca alla traina.

pianta della disposizione degli interni della barca

l'equipaggio
Arnaldo e Alessandra,
skippers con pluriennale
esperienza nel Mar dei Caraibi e numerose traversate Oceaniche, vi faranno conoscere i pi˙ begli ancoraggi delle Antille e apprezzare la vita a bordo di un veliero. Alessandra, ottima cuoca, preparerß per voi piatti di cucina italiana e creola.

Il tender
Gommone "Caribe" 3,30 m., chiglia
rigida per 8 persone.
Motori fuoribordo:
"Nissan" 9.8 hp
"Johnson" 8 hP

Tel. di bordo: 
001 473 5376360


 


la barca ecologicala barca con i suoi pannelli solari e i generatori eolici: fonti di energia alternativa per vivere a bordo
Vivere su un veliero significa vivere a contatto con la natura e perci˛ amarla e rispettarla.
Quando le barche a vela non avevano motore, ne batterie e non si usavano che delle lampade a petrolio per l'illuminazione interna ed esterna e il sestante per calcolare il punto nave sicuramente il problema non esisteva.
Ma oggi anche le barche a vela si sono modernizzate ed utilizzano tutti gli strumenti che la tecnologia ci offre per vivere meglio e soprattutto per navigare con molta piu' sicurezza.
GPS per sapere in ogni momento il punto nave, radar per vedere i pericoli anche di notte o nella nebbia, verricelli elettrici per salpare ancore e catene, sistemi elettronici per ricevere carte meteo, radio per poter contattare stazioni marittime per qualunque tipo di urgenza, pompe elettriche per l'acqua e di autosvuotamento in caso di falla, e perchŔ no, la comoditÓ di un frigorifero per avere bibite fresche e stivare cibo, musica, compiuter e video, sono oggi giustamente frequenti sulle nostre barche.
Come fare a procurarci l'energia elettrica per far funzionare tutto questo?
Invece di mettere in moto il motore principale anche da fermi o un eventuale gruppo elettrogeno entrambi alimentati a gasolio, noi abbiamo scelto di utilizzare fonti di energia alternative per produrre corrente "pulita" installando sulla nostra barca due generatori eolici e cinque pannelli solari (quattro da 75 watts ciascuno e uno da 55 watts).
Tra sole e vento, soprattutto qui ai Caraibi dove generalmente abbondano, riusciamo cosý ad alimentare le utenze di bordo usando il motore principale solo in navigazione quando Ŕ strettamente necessario senza essere costretti ad accenderlo pi¨ volte nella giornata per ricaricare le batterie.